lunedì 4 luglio 2011

Fatelo anche voi.....

L'Ordine aderisce a questa iniziativa fatelo anche voi.....
“Tu sei tutto quello che un uomo dovrebbe essere.” Giacinto Facchetti, per gli amici il Cipe, aveva sul suo curriculum una sola squadra, oltre alla nazionale. L’Internazionale. A quella squadra aveva giurato fedeltà eterna, una promessa che oggi (come anche allora) risuonerebbe anacronistica. Eppure Giacinto decise di servire quei colori fino alla fine, lottando per loro anche quando le forze lo stavano ormai abbandonando. Senza mollare di un centimetro. Fece in tempo a gioire per la Super Coppa italiana, quella vinta in rimonta sulla Roma. Un trofeo che avrebbe aperto un lungo ciclo di vittorie. E ogni volta che si vinceva qualcosa il pensiero correva a lui e alla crudeltà di una malattia che ce l’aveva portato via troppo presto. Alle sue battaglie silenziose contro un sistema malato. Alla sua tenacia nel trasmettere un pensiero sportivo pulito. Al suo disprezzo per i compromessi.
Nel nome dei valori che ha sempre splendidamente rappresentato, il Campionato Primavera porta il suo nome e la Gazzetta dello Sport ha istituito un premio dal titolo “Giacinto Facchetti – Il bello del calcio”. Nel nome di tutto questo, oggi, tutti noi abbiamo l’opportunità di sostenere una battaglia che Giacinto non può più combattere. Nella quale è stato trascinato come assente, in maniera fastidiosamente poco etica. Il valore che sembra tirare per la maggiore, ultimamente.
DA QUI AL 18 LUGLIO VI CHIEDIAMO SEMPLICEMENTE DI METTERE COME PROFILO FACEBOOK LA FOTO CHE TROVATE IN QUESTO ARTICOLO. A CHI NON FOSSE PRESENTE SU FACEBOOK CHIEDIAMO DI ESPORRE LA BANDIERA DELL’INTER SUL BALCONE DI CASA COME GESTO SIMBOLICO. PER FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE ABBIAMO BISOGNO DI TUTTI VOI, NESSUNO ESCLUSO. Ve lo chiediamo perché quello scudetto che vorrebbero toglierci è dedicato a lui e a quanto fatto per i nostri colori. Non ci interessa giocare a chi ha più trofei in bacheca. Ci interessa invece tantissimo che la memoria di chi, per anni ha lottato con coraggio per l’affermazione di principi veri, non venga infangata. Da qui al 18 luglio la nostra speranza avrà il suo volto. Ci auguriamo di potergli dedicare l’ennesima “vittoria”. Il 18 luglio potrebbe essere il giorno perfetto. Il 18 luglio 2011 Giacinto Facchetti avrebbe compiuto 69 anni.
Sabine Bertagna
Fonte:  FCINTER1908.it


Twitter share su Facebook

martedì 7 giugno 2011

Seduti lungo la riva del fiume...



Seduti lungo la riva del fiume si scommette,

prima o poi di veder passare il cadavere dei nemici!


elBotto.


Twitter share su Facebook

martedì 31 maggio 2011

Ti siamo vicini.

Un grande abbraccio ad un grande campione e uomo ammirevole!


Twitter share su Facebook

domenica 29 maggio 2011

La squadra più forte degli ultimi anni.


...tranne uno.

Orgogliosi di averli battuti, nonostante il loro diploma all' Actors Studio.



El Botto.


Twitter share su Facebook

mercoledì 18 maggio 2011

Predestinato....

A noi piace ricordarti così...
Complimenti Andrè, i cancelli di Appiano sono sempre aperti per te!


Twitter share su Facebook

mercoledì 11 maggio 2011

La doppietta.


Doppietta? per ora, vi tocca solo questa, fatene un buon uso!

Il metodo di usare un'arma da fuoco per causare una ferita letale a se stessi viene adottato più frequentemente in quei paesi dove è facile disporre di tali armi ed è il metodo di suicidio più frequente negli USA.  Alcuni studi hanno dimostrato che in Occidente gli uomini tendono ad usare questo metodo maggiormente rispetto alle donne e a ciò viene ascritta la ragione del maggior tasso di successo del sesso maschile nella pratica del suicidio. Gli uomini tendono a rivolgere l'arma verso la testa, le donne invece mirano al cuore. 

elBotto.




Twitter share su Facebook

sabato 7 maggio 2011

La Merda, puzza sempre!


Anche se la colori di bianco,rosso e verde 
puzza sempre!
elBotto.

Twitter share su Facebook

sabato 30 aprile 2011

COITO INTER-ROTTO.

COITO INTER-ROTTO:



35 minuti di preliminari,


poi è arrivato il Pazzo




è stato peggio di una vasectomia!
elBotto.


Twitter share su Facebook

sabato 23 aprile 2011

L'INTER RITROVA LE PALLE, DENTRO L'UOVO DI PASQUA




QUESTO POMERIGGIO HO APERTO 
L'UOVO DI PASQUA, IN ANTICIPO,
E CI HO TROVATO DENTRO:
UN INTER  CON LE PALLE!






CERCANDO UN IMMAGINE PER RENDERE L'IDEA
DI DUE TESTICOLI 
HO OTTENUTO QUESTO RISULTATO:





































elBotto.

Twitter share su Facebook

domenica 17 aprile 2011

INTERCULINARIA

Siamo passati dalla 

gallina dalle uova d'oro al

bollito di manzo e gallina 

Questa è una preparazione fondamentale per la cucina italiana ed internazionale ed è sia una ricetta a sé stante che una base per la realizzazione di tantissimi piatti stagionali. 

DOSI: per circa 11 persone

• Una passata stagione dove vinci tutto, ma proprio tutto;
• L'addio del tuo condottiero; 
• Guardarsi attorno e vedere che non c'è nessun compagno nuovo. Perchè in fondo siamoapostocosì;
• Guardare il tuo presidente mentre ti dice "per quest'anno va bene cosi, in famiglia mi chiamano tasche bucate";
• L' odio per il tuo nuovo condottiero perchè non ti fa allenare con la palla;
• Tornare a "faticare" in allenamento per poi tirare il fiato in partita;
Giocare partita Sabato, giocare partita Martedì, giocare partita Venerdì, giocare, giocare...
• Vedere i tuoi compagni che s' infortunano non appena tentano uno scatto o accennano un contrasto;
• Gioire alla vista di un nuovo compagno, ma deluso quando scopri che non ci può giocare a briscola sull' aereo, mentre affronti le lunghe trasferte europee;
• Credersi rinato grazie all'ammmore, ma non appena finisce la pozione, si ritorna al punto primo;


Ma non vi dimenticate che...

 ...gallina vecchia fa buon brodo.

amala sempre, "LA GALLINA"



ElBotto


Twitter share su Facebook

mercoledì 13 aprile 2011

Noi sorridiamo. E ti amiamo, INTER.

Amici, fratelli...stasera e domani, o magari ancora i giorni a venire, saremo al centro degli sfottò dei rognosi e perdenti rivali. Ma questa squadra, gran parte di questi ragazzi, ci hanno regalato anni indimenticabili, vittorie meravigliose e soddisfazioni incredibili.
Cose che un povero juventino o un incarognito milanista non possono capire, quindi, facciamoci un favore, rispondiamo con una sonora risata alle provocazioni degli sfigati.


Se ci guardiamo alle spalle non possiamo che farlo col sorriso.


INFINITO AMORE, ETERNA SQUADRA MIA.










Snape

Twitter share su Facebook

domenica 10 aprile 2011

"GIOCO ANCH'IO?" "NO, YUTO NO!"





"GIOCO ANCH' IO?"

"NO, YUTO, NO !"

"E PERCHE'?"

"NON LO SO!"

"Tutto sarà deciso dall'allenatore, ma desidero giocare e cerco comunque di essere in forma come al solito":

MINUTI GIOCATI: 468

Km A PARTITA: 15

PARTITE GIOCATE: 8

GOAL FATTI: 1

CROSS : 22

INTERCETTI: 14

PASSAGGI FATTI: 190 (80 in attacco)

TIRI: 6 (4 in porta)

Caro Yuto, non lo sappiamo neanche noi il perchè, è una persona intelligente vedrai, capirà!

elBotto.





Twitter share su Facebook

mercoledì 6 aprile 2011

Un momento mistico di riflessione.



Un momento mistico di riflessione:

Promessa fatta il giorno in cui Io e l’Inter siamo diventati una cosa sola:

Prometto di esserti fedele sempre nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia. Prometto di amarti ed onorarti tutti i giorni della mia vita. Prometto di tifarti, da questo giorno in avanti, nel bene, nel male, in ricchezza, per più povero, in salute e in malattia, finché morte non ci separi.

A me che sono innamorato
Non venite a raccontare
Quel che l’Inter deve fare
Per noi niente è mai normale
Né sconfitta né vittoria
Che tanto è sempre la stessa storia
Un’ora e mezza senza fiato
Perché c’è solo l’Inter.

Amen!


elBotto.


Twitter share su Facebook

QUANDO L'ANIMA TE LA DISTRUGGE L'AMORE....

Torno a scrivere sul Blog dopo qualche tempo, anche se scrivere è un termine improprio. Si perche' stasera copio e incollo un post dal blog di un'amica, La Sorella Baderla, si lei, che prenderebbe a badilate i carristi e fulmina abitualmente con degli anatemiH i tifosotti occasionali.
Il suo però non è un post prettamente calcistico, anche se parla di un Interista, di uno di quelli che magari non intona nessun coro, ma è un interista per amore. Per amore della sua padrona, della sua amica e compagna. 


Quando l'anima te la distrugge l'amore per un cane.


Immagino già le reazioni di chi sperava di trovare il solito post Interista integralista.
In parte lo è, perchè è dedicato a Billy.
Billy è il mio cane.

Ha dai 13 anni in su: l'abbiamo preso al canile o, meglio, ci ha scelti lui al canile e non ci siamo più lasciati.

Billy è interista.
Ha tutto il corredo nerazzurro. Avrebbe anche la maglia di Matrix se non cercasse di staccarmi una mano ogni volta che provo ad infilari un capo di abbigliamento.

Billy è malato.
Molto.
Non arriverà all'estate.

A questo punto direte: in fondo è solo un cane.
Ma è il mio, di cane.

Un cane che mi riempie di amore, che mi fa ridere quando mi insulta, che passa la notte a russarmi nelle orecchie per non avergli ceduto il mio posto a letto.
Un cane che adora il sushi, che mangia solo pappa di macelleria, che mi ha addestrata a dargli un biscotto appena entro in casa. Biscotto biologico, sia chiaro!!
Un cane con cui litigo a ringhi, che parla come Muttley e mi insulta bellamente.
Un cane capace di un affetto immenso che pochi possono capire.

Se ne andrà. Prima dell'estate mi lascerà sola. Sola coi miei ricordi e i miei rimpianti.
Sola con un dolore che già adesso mi devasta il cuore.

Billy, fratellino peloso, mi mancherai come mai avrei creduto.. Come l'aria che respiro, come la forza per andare avanti.

Non lasciarmi qui topone mio! Le tue ciotole e i tuoi hamburger sono qui per te.
Rimani!









FORZA BILLY. FORZA SORELLA.


Snake.


Twitter share su Facebook

lunedì 4 aprile 2011

il FLUIDIFICANTE N°2



Il FLUIDIFICANTE, vuole essere la risposta alla prostituzione intellettuale della carta stampata, quella che noi chiamiamo il MARCIAPIEDE

DI SEGUITO LE  NOTIZIE RIPORTATE  SUI  MARCIAPIEDI E IN RETE:


Rizzoli supera l’esame derby anche grazie alla buona prova degli assistenti. Non passa neppure un minuto quando Robinho si presenta davanti a Julio Cesar, sul rimpallo la palla tocca anche il braccio (involontario) del rossonero per poi finire a Pato: sul tiro Robinho a terra è in posizione di fuorigioco, considerato giustamente non influente perché non disturba Chivu che cerca il salvataggio. Al 9’ sul tiro al volo molto forte di Seedorf, c’è il tocco con un braccio di Maicon: giudicato involontario da Rizzoli che dice ai milanisti "era attaccato al corpo". In realtà è staccato di molto, si poteva dare il rigore. Al 15’ entrata da dietro di Zambrotta su Pandev: manca il giallo. Al 26’ Robinho in area salta Ranocchia e poi crolla a terra: Rizzoli ammonisce il brasiliano per simulazione e fa bene. Al 30' altro fallo di Zambrotta su Pandev: solo richiamo verbale. Subito dopo è Motta a colpire Nesta: non visto da Rizzoli. Al 38’ colpo di testa di Motta, miracolo di Abbiati: l’Inter vuole il gol, nessuna certezza dal replay ma la sensazione è che la palla non abbia superato del tutto la linea. Al 41’ Maicon da dietro dritto su Robinho: questa volta arriva il giallo. Nella ripresa in avvio negato un angolo all’Inter. All’8’ cartellino a Van Bommel che stende Pazzini. Un minuto dopo Boateng lancia Pato, steso da Chivu al limite dell’area: ok il rosso per la chiara occasione da gol negata al Milan. Al 17’ il 2-0: tiro-cross di Abate e deviazione vincente di Pato che è in linea con Cambiasso. Al 20’ arriva il giallo per Zambrotta: ennesimo intervento falloso (su Sneijder). Al 32’ gol annullato a Flamini per fuorigioco: siamo ai millimetri, forse non sbaglia il guardalinee. Al 44’ ok il rigore per il Milan: Cassano trattenuto da Zanetti, ammonito da Rizzoli che giudica Cordoba in grado d’intervenire (dunque non chiara occasione da gol). Giallo per Cassano che esulta togliendosi la maglia. Poi il barese rimedia la seconda ammonizione al 47’ per un netto e inutile fallo su Cordoba.

Fonte gazzetta.




Gianluca Paparesta, ex primo fischietto della serie A ora moviolista per la trasmissione Mediaset “Controcampo”,probabilmente alla sua ultima stagione.


Per l’ex arbitro le realizzazioni del numero sette milanista sono irregolari. “Sul primo gol: Robinho è in fuorigioco sul tiro di Pato. La sua posizione è influente, tocca il pallone e fa cadere Chivu, che rimane svantaggiato dall’azione. Questa è la regola”. Sul secondo: Pato ha una parte del corpo, la testa, al di là della linea. Cambiasso sale bene. Se la mano fosse stata oltre, il gol sarebbe stato buono. Ma non la testa”.


_________________________________________


elBotto.





Twitter share su Facebook

domenica 3 aprile 2011

CREDERCI!


Ad inizio campionato mi ero promesso: “quest’anno mi godo il campionato senza ansia e senza ossessione di vincerlo” ma non ci sono riuscito. Ed ecco che l’ansia e l’ossessione sono giunti, si l’ossessione, perchè non si può parlare di sogno dopo averne vinti 5 di seguito ed ora mi trovo qua con uno stato d’animo di delusione che scaturisce dal fatto che questo campionato si poteva vincere a mani basse. Forse in molti nell’ambiente Inter, Moratti in primis, ad inizio stagione la pensavano come me e così ci troviamo a 7 giornate dalla fine con il rammarico di aver iniziato il campionato allo stesso modo di come abbiamo iniziato il derby di ieri.

Una domanda: Quanti di voi al secondo goal del Meelan hanno spento la tv/radio o hanno abbandonato lo stadio?
Se avete continuato a vedere la partita e perchè ci credevate o speravate, quindi niente vieta di crederci fino alla fine, altrimenti strappate i vostri abbonamenti ed andate in vacanza, ci vediamo il prossimo anno.

Per chi non ci crede c’è sempre il secondo sogno:
arrivare a 2 punti all’ultima giornata dal Meelan

AZIONE: Silvio non potendosi permettere di perdere all’ultima giornata, per via del consenso popolare si compra la partita stile Preziosi.

REAZIONE : Meelan in c, Silvio arrestato, “viva” l’Italia e “viva” l’Inter.

Amala.

elbotto



Twitter share su Facebook

lunedì 28 marzo 2011

il FLUIDIFICANTE N°1 La prima pagina alternativa.



 


Il FLUIDIFICANTE, vuole essere la risposta alla prostituzione intellettuale della carta stampata, quella che noi chiamiamo il MARCIAPIEDE

Quante volte in edicola in attesa di comprare il nostro "giornaletto" preferito, ci siamo imbattuti nella lettura dei titoli delle prime pagine dei quotidiani sportivi, trovandoli distorti rispetto alla realtà.

Ecco questa è la prima pagina, che noi dell'Ordine dei Nerazzurri, intendiamo proporvi come alternativa.

DI SEGUITO I LINK DELLE  NOTIZIE RIPORTATE  DAI  MARCIAPIEDI:






elBotto.


Twitter share su Facebook

lunedì 14 marzo 2011

CONTRORDINE: Rubryca del giorno dopo.

CONTRORDINE: Rubryca del giorno dopo.

Analizziamo passo-passo le partite della 29^ GIORNATA

  • BRESCIA-INTER 1-1 : Il carnevale è finito mercoledì (detto anche mercoledì delle ceneri del Meelan (cit.)), tutti sono pronti a scendere dal carro nerazzurro, dopo uno sfortunato pareggio che da molti è visto come un disastro, dimenticando che il vero disastro è in Giappone e al quale noi ci stringiamo con affetto.Per dettagli più approfonditi della partita potete leggere qui .
  • CESENA - JUVE 2-2 : Un concentrato di errori degni di una partita di un campionato di Promozione l'unico che posso salvare è Buffon che ha praticamente salvato la Giuve , gli sono bastati 7 giorni per ricordarsi come si para, i tifosi della Giuve protestano, e la società risponde con un "tranquilli presto avremo uno Stadio di Proprietà" anche se sembra stiano costruendo un tendone di circo.
  • MEELAN - BARI 1-1 : Tranquilli stiamo calando le corde, una alla volta non spingete, in ordine alfabetico salgano coloro che si erano lanciati dal carro in corsa. Una corda la lasciamo per il  povero bambino di Svezia che:            " difensore non faceva segnare, cosi io dato pugno, io venuto a Milan per Vincere tutto ma loro non volere e la palla è mia e con loro non ci gioco", lui sa cosa farne!
  • CAGLIARI - UDINESE 0-4 : che dire  Sanchez - Di Natale il resto è il nulla, tanto noi l'Udinese non ci fa paura, anche perchè non dobbiamo più incontrarla.
  • CATANIA - SAMPDORIA 1-0 El Cholo guadagna una posizione in classifica proprio ai danni dei Genovesi, che si vantano di essere dei bravi navigatori ma nel mare del Massimino perdono la bussola
  • CHIEVO - FIORENTINA 0-1 : Vargas rientra titolare dopo l'infortunio e segna su punizione, la barriera degli "asini volanti" prende il volo e la viola ringrazia.
  • GENOA - PALERMO 1-0 : Il Palermo perde la quinta partita consecutiva, dove risulta evidente che  la loro testa era già alla partita con il  Meelan, quindi vedremo un Palermo combattivo la prossima settimana.Vero?!
  • LECCE - BOLOGNA 0-1 : Poteva essere 1-1 ma grazie ai Ghostbusters il "goal ectoplasma" è stato annullato!
  • ROMA - LAZIO 0-2 : Un derby all'insegna del Gabidano. Due reti e un logorìo continuo contro gli avversari, per tutta la partita, come un gatto attaccato agli zebedei. Dalla parte Biancoceleste più che una partita è stata una caccia all'uomo ma con scarsi risultati, la testata di Radu a Simplicio non ha sortito i risultati desiderati, dilettanti...I due goal del Gabidano sono il modo migliore per onorare i 150° anno dell'unità d'Ita(g)lia, simbolo di onestà e fair play.
  • PARMA - NAPOLI 1-3 : grazie al ritorno di  Lavezzi e al goal in fuori gioco  il Napoli ritorna alla vittoria, il Parma protesta contro i potenti del Calcio del Sud chiedendo di fare una scissione e creare una Lega del Centro! Nella settimana dell'unità d'Italia si viene a delineare così uno scenario non tanto unitario del mondo del calcio: Lega dei "Potenti del Nord" - Lega del "Centro ma non ci sto"- Lega dei "Semprecontrodinoi del Sud".


Scene d'ordinaria follia al Meazza:

Fine primo tempo Meelan - Bari, m' imbatto nell' RVM (termine sdoganato da Maria De Filippi detta Costanzo senza baffi) del primo tempo appena trascorso, dove scorgo una scena alquanto ambigua, Gattuso che balla il valzer con un arbitro,subito sfrutto la tecnologia che mi costa € 112,00 ogni due mesi mandando indietro e fermo sul fotogramma, trattasi di sosia, tiro un sospiro di sollievo. Finita la partita, dopo essermi cambiato i pantaloni causa troppa "felicità" nel vedere la faccia triste di Cravatta Gialla, giro sulla rete alla ricerca del come e del perchè di quell'immagine, e solo grazie all'amico "Lorpan" riesco a trovare il video che condivido anche con voi:
    Lo guardo e lo riguardo e non riesco a capire, spero solo che siano stati pagati bene oppure hanno tutti usato un "bufo alvarius", trovato sui Navigli, come cono gelato. Se qualcuna sa di cosa si tratta me lo faccia sapere.


    ElBotto


    Twitter share su Facebook

    sabato 12 marzo 2011

    PAGELLE NON MOLTO SIMPATTTICHE DI BRESCIA-INTER

    NOI:

    JULIO CESAR 7,5: perché il rigore parato vale un punto, e per un punto si può vincere un campionato.

    MAICON 5,5: non fa ne bene e ne male. Questo per un giocatore normale varrebbe la sufficienza, ma lui non è un giocatore normale. Anche per via delle espressioni hollywoodiane che esibisce ad ogni partita.

    LUCIO 6,5: normale amministrazione per lui. Si fa male e questo non ci voleva.

    RANOCCHIA 6: un po’ meno brillante del solito, soprattutto quando perde la marcatura su Cordoba.



    Twitter share su Facebook

    venerdì 11 marzo 2011

    mercoledì 9 marzo 2011

    CONTRORDINE: Speciale Champions League

    Speciale Champions League


    Facciamo prima un veloce riassunto dell'ultima giornata di campionato:





    Twitter share su Facebook

    103



    AUGURI INFINITO AMORE, ETERNA SQUADRA MIA.


    Twitter share su Facebook

    lunedì 7 marzo 2011

    PAGELLE INTER-GENOA: NAGATOMO CONTRO TUTTI. 長友佑都 インテルナツィオナーレ・ミラノ

    NOI:

    JULIO CESAR 6: praticamente non ha niente da fare. Il Paolillo della porta.

    MAICON 6,5: nel primo tempo molto male, si perde un genoano che per poco non infila JC. Nella ripresa offre un assist perfetto a Pazzini per l’1-1. Nel finale si riaddormenta sul secondo goal rossoblu…che sia narcolettico?

    RANOCCHIA 6,5: centralmente il Genoa non attacca moltissimo, lui è comunque sempre vigile. Esce per far posto al Mito e questo vale mezzo punto in più.

    LUCIO 6,5: poderoso. Potremmo sfruttare le sue molteplici espressioni facciali per ricavarne energia pulita per l’illuminazione di San Siro.



    Twitter share su Facebook

    sabato 5 marzo 2011

    IL DER-B D'ITA(G)LIA

    Iniziamo con il definire il termine DERBY



    Twitter share su Facebook

    mercoledì 2 marzo 2011

    GATTUSO IL GENTILUOMO

    ATTENZIONE !!! 

    IL CONTENUTO DI QUESTO POST NON E' ADATTO
    AD UN PUBBLICO SUGGESTIONABILE.


    Twitter share su Facebook

    lunedì 28 febbraio 2011

    CONTRORDINE: Rubryca del giorno dopo.


    Analizziamo quello che è accaduto nell'ultima giornata di campionato...e non solo:




    Twitter share su Facebook

    PAGELLE SAMPDORIA - INTER. Tamagotchi e Macaroni.

    NOI:
    JULIO CESAR 7: si riscatta alla grande e non avevamo dubbi. Meno male, a piedi da Genova è un po’ lunghetta la strada...
    NAGATOMO 7: mezzo punto in più perché lui è l’uomo del Giappone. Non è Maicon ma nemmeno l’ultimo degli stronzi. Va su è giù sulla fascia funambolico come Gigi La Trottola, mette dei cross interessanti che non riusciamo a sfruttare. Tamagotchi instancabile.


    LUCIO 6,5: fa la guerra con Maccarone, che lo provoca, e lui lo distrugge!


    Twitter share su Facebook

    sabato 26 febbraio 2011

    I rinnovi di CapitanBandiera Del Piero.






    "Ci tengo a sottolineare che il legame per la maglia e per i tifosi per me non è quantificabile. Ho firmato il mio primo contratto con la Juventus in bianco, firmerò anche quello che sarà l’ultimo della mia carriera con questa maglia"



    Twitter share su Facebook

    giovedì 24 febbraio 2011

    PAGELLE INTER-BAYERN

    NOI:

    JULIO CESAR 5: l’errore purtroppo è grave e ci costa la partita. Dalla delusione torna a casa a piedi e per questo gli vogliamo ancora più bene di prima. Quindi cari i miei pseudotifosotti della cippa che lo criticate come fosse l’ultimo degli stronzi, per voi il voto è 0 (zeru).

    MAICON 6,5: tiene a bada Scarface senza farsi intimorire dal suo caratteraccio. Un paio di discese alla grande.

    RANOCCHIA 6,5: conferma quanto di buono ha fatto nelle precedenti partite compreso qualche errore di troppo in impostazione. Ma ditemi, vi siete accorti che era il suo esordio in Champions?! Torna presto Frog!



    Twitter share su Facebook

    INTER-BAYERN E LA COMPETIZIONE DEI DETTAGLI


    L’amaro in bocca ancora non è svanito, prendere goal al 90’ o ti stronca come un cazzottone nello stomaco o ti fa godere come un riccio. A noi stavolta è toccata la prima stronza opzione.
    Veniamo al punto, andiamo un po’ controcorrente visto che leggendo qua e la si tende ad essere un po' troppo buoni, un po’ troppo accondiscendenti...un po’ poco campioni di tutto.
    Partita bella ed emozionante, c’era da aspettarselo dato che si affrontavano le migliori squadre della stagione passata, noi Triplete e loro ad una sola partita dal Triplete, Partita che si può vincere, e non hai rubato niente, oppure puoi perderla e non ti hanno rubato niente. 


    Twitter share su Facebook

    mercoledì 23 febbraio 2011

    WE ARE THE CHAMPIONS

    Milano, San Siro, 20:45

    Cose da FARE:
    • bere grappa, la grappa da Champions. E’ importante;
    • fare un voto alla Madonna dello Sterpeto, di qualsiasi natura. Allontanerà il flusso negativo proveniente da milanello e torino.
    • pensare ai giocatori del Bayern in queste vesti. O gli ridiamo in faccia o li massacriamo.


    Cose de NON FARE:
    • dimenticarsi di essere i Campioni d’Europa.



    LO YODEL DEI CAMPIONI D'EUROPA
    (che tradotto vuol dire "tu chiamale se vuoi...emozioni")


    Snape


    Twitter share su Facebook

    lunedì 21 febbraio 2011

    DE MEDIUM MOGGI

    «Nel 2006 avevo previsto dove sarebbe andato a finire il calcio italiano e di professione non faccio certo l’indovino. Dissi “il calcio italiano sarà completamente nelle mani delle squadre milanesi, che si alterneranno nelle vittorie”. Adesso le due milanesi si dividono anche i favori arbitrali, come dimostra l’ultima giornata con successi ottenuti grazie a goal irregolari. Questi favori vengono però riportati dai media in silenzio, tra parentesi. Se la mia Juve avesse vinto così avrebbero invece gridato allo scandalo, presentato interpellanze parlamentari. La verità è che la malafede se non c’è ora non c’è mai stata nemmeno e soprattutto in passato! La sentenza del 2006 ha solo interpretato il sentimento popolare, come disse anche il giudice Serio, ma è stata commessa un’ingiustizia non degna di un paese come l’Italia. Io mi batterò fino alla fine affinché venga ristabilita giustizia, a me e sopratutto a tutti coloro ai quali il processo del 2006 ha rovinato la vita…».
    Luciano Moggi, intervista su Tuttosport di oggi. 





    Il fatto che questo video non sia commentato in italiano non è un caso.
    Infatti né Scai né i mediaservi hanno menzionato il fallo su Thiago Motta nei loro servizi. Tanto per parlare di "silenzio dei media".
    Non entro troppo nei dettagli, dell'enfasi con cui si è parlato del fuorigioco di Ranocchia, del fallo di mano di Rubynho (cit.) vi rimandiamo a questo post su Inter Blog.

    Per tua informazione, caro Luciano bello, hai fatto una previsione alla cazzo, non abbiamo diviso manco le briciole col milanello.



    Snape.



    Twitter share su Facebook

    domenica 20 febbraio 2011

    PAGELLE INTER - CAGLIARI

    NOI:


    JULIO CESAR 6: normale amministrazione per lui. Anche quando ci fa cagare sotto per il vizietto di driblarsi gli avversari.

    MAICON 6,5: al contrario delle altre partite parte bene, scende con insistenza, su e giù come piace a Sara Tommasi. nella ripresa complice la stanchezza si schiaccia troppo e noi subiamo un po’.

    RANOCCHIA 7: poteva essere un 7,5 ma sbaglia qualche passaggio di troppo, ma è comunque fortissimo, gran senso della posizione e quando salta di testa non ce n’è per nessuno, del resto, deve tener fede al suo cognome.



    Twitter share su Facebook